Highlights
FRANCIA Vendita della propria azienda e trasferimento del ricavato ai propri figli - come procedere al meglio - Luca Membretti Avvocato

La successione per legge dei figli (legittimi, legittimati, adottivi e naturali)

Nel caso in cui il defunto muoia senza lasciare testamento, o nel caso in cui il testamento sia invalido, la legge attribuisce l’eredità ad alcune categorie di persone dette successibili, essenzialmente legate al defunto da rapporti familiari: coniuge/persona unita civilmente, figli, genitori, fratelli, altri parenti, per ultimo lo Stato.

L’ammontare della quota di eredità dei figli dipende dalla presenza di altri successibili.

Come detto, se un defunto non lascia alcun testamento, o il testamento è invalido, la successione si dice “successione legittima” perché è la legge stessa a stabilire chi sono le persone a cui viene attribuita l’eredità.

Queste persone sono dette “successibili”: sono il coniuge/persona unita civilmente, i discendenti (ossia i figli), gli ascendenti (ossia i genitori), i collaterali (ossia fratelli e sorelle), gli altri parenti del defunto e infine lo Stato (art. 565 cod. civ.).

Dopo il coniuge/persona unita civilmente, del defunto, la prima categoria presa in considerazione dalla legge è quella dei discendenti, ossia dei figli (ed eventualmente dei nipoti che succedono per rappresentazione).

Come si calcola la quota a favore dei figli

Nella successione legittima, la quota a favore del figlio del defunto dipende dal numero di altri figli e dalla presenza o meno del coniuge/persona unita civilmente.

  1. Se non c’è il coniuge/persona unita civilmente e c’è un solo figlio, al figlio spetta l’intera eredità.
  2. Se non c’è il coniuge/persona unita civilmente e ci sono più figli, l’intera eredità deve essere ripartita in parti uguali fra i figli.
  3. Se il defunto lascia un coniuge/persona unita civilmente e un solo figlio, al coniuge spetta 1/2 dell’eredità: l’altro 1/2 spetta al figlio.
  4. Se il defunto lascia due o più figli, al coniuge spetta 1/3 dell’eredità: i restanti 2/3 vengono divisi equamente tra i figli.

Eliminazione della distinzione fra figli legittimi, naturali, legittimati e adottati

Fino a poco tempo fa, le norme del codice civile che disciplinavano la successione dei figli del defunto specificavano la distinzione fra “figli legittimi”, ossia nati in costanza di matrimonio, e “figli naturali”, ossia nati fuori dal matrimonio.

In materia di filiazione, il Legislatore ha tuttavia progressivamente abolito ogni distinzione fra figli nati in costanza di matrimonio e non.

Inizialmente, a seguito dell’emanazione della Legge 10 dicembre 2012 n. 219, il Legislatore ha introdotto il principio della piena uguaglianza fra figli legittimi e figli naturali: ai figli legittimi erano già equiparati (ai sensi dell’art. 567 cod. civ.) i figli adottati e i figli legittimati, ossia nati fuori dal matrimonio da due persone unitesi poi in matrimonio.

La Legge 219/2012 aveva quindi abrogato lo strumento della legittimazione dei figli naturali.

Successivamente, a seguito dell’entrata in vigore del D.lgs. 154/2013 in materia di filiazione, sono state apportate numerose modifiche al codice civile ed è venuto definitivamente meno ogni genere di distinzione tra figlio legittimo, legittimato o naturale, per cui ora la legge parla semplicemente di “figlio” tout court.

author avatar
Avvocato Luca Membretti Avvocato
Come avvocato italiano in Francia presto attività dal mio studio legale di Lione nei seguenti ambiti di attività. Negli anni di esercizio della professione, che mi hanno portato a consolidare la mia figura di avvocato tra Francia e Italia, ho collaborato con alcuni degli studi legali più rinomati in Italia come lo studio del prof. Alberto Santa Maria di Milano e lo studio Bonelli Erede (Be). Mi sono specializzato nell’ambito del diritto del commercio internazionale, delle fusioni ed acquisizioni aventi ad oggetto società commerciali e immobiliari italiane ed estere.
My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.