Archivio per mese: Gennaio, 2022

Responsabilità del prodotto difettoso in Francia. Chi è responsabile?

Indipendentemente dal danno provocato dal prodotto difettoso, un professionista o un privato possono invocare la responsabilità per difetti del prodotto. La persona che responsabile sarà il”produttore”.
Il produttore è definito come la persona o la società che ha fabbricato il prodotto che ha causato il danno, sia che si tratti di un prodotto finito, di una parte componente del prodotto o di una materia prima. Bisogna quindi agire a titolo professionale per qualificarsi come produttore.
Chiunque può essere assimilato a un produttore e quindi incorrere in responsabilità se, nel corso della propria attività:
  • si presenta come produttore apponendo il proprio nome, il proprio marchio o un altro segno distintivo al prodotto (come un’etichetta con il proprio nome);
  • importa un prodotto nell’UE per la vendita, il noleggio, con o senza promessa di vendita, o qualsiasi altra forma di distribuzione;
  • dona un prodotto a marchio del distributore come distributore collegato a un’azienda o un gruppo di aziende
Problema di identificazione? In alcune occasioni, può darsi che il produttore non possa essere identificato. In questo caso, è possibile invocare la responsabilità del venditore, del locatore o di qualsiasi altro fornitore. Questi professionisti possono essere liberati da responsabilità se denunciano il nome del proprio fornitore o del produttore entro 3 mesi dopo che gli sia stata notificata richiesta di identificazione del produttore.
È del tutto possibile che due aziende siano considerate “produttori”. Saranno, in tal caso, considerate responsabili in solido.

Contratto di locazione commerciale in Francia: Proroga tacita e rinnovo

Proroga tacita e rinnovo

Un contratto di locazione commerciale in Francia non termina automaticamente alla scadenza pattuita. Infatti, a questa data è necessario che o il locatore o il locatario diano un preavviso con o senza un’offerta di proroga. Se non è avviene alcuna notifica o richiesta di proroga, la locazione commerciale prosegue per tacito rinnovo per un tempo indefinito.

  • La proroga tacita del contratto di locazione commerciale non implica la redazione di un nuovo contratto: questo è semplicemente prorogato per un periodo indeterminato. Di conseguenza, le parti sono obbligate a continuare ad applicare le clausole che hanno pattuito nel contratto di locazione.
  • Il canone di locazione resta immutato a meno che le parti non si accordino diversamente. Si tratta di un’estensione tacita del contratto di locazione alla quale sia il locatore che il locatario possono porre termine in qualsiasi momento.
  • Infatti, il preavviso può esser dato alla fine di ogni trimestre solare, con almeno 6 mesi di anticipo ed entro l’ultimo giorno del trimestre solare.
  • Nel caso di una proroga tacita della locazione, il locatario non detiene più il diritto alla locazione (cd. droit au bail), il che può impedirgli di cedere la sua attività. Spetterà all’acquirente dell’attività (affittuario subentrante) negoziare con il proprietario dei locali (locatore) per rinnovare il contratto d’affitto o per concludere un nuovo contratto.
  • Se la durata del contratto di locazione supera i 12 anni, il Locatore può diminuire il canone di affitto. Questo significa che il canone potrà essere rivisto al ribasso.
  • Preciso come, comunque, alla fine del periodo di locazione (minimo 9 anni), il locatario che esercita l’attività nei locali ha il diritto di rinnovare il contratto di locazione.
  • Qualsiasi clausola in un contratto di locazione che proibisca il rinnovo del contratto è considerata non apposta.

Beneficiare del rinnovo di un contratto di locazione commerciale

Per beneficiare del rinnovo di un contratto di locazione commerciale, sarà necessario che siano presenti le seguenti condizioni:

  • l’attività deve essere effettivamente esercita nei locali locati;
  • il locatario deve essere il proprietario dell’azienda;
  • il locatario deve essere registrato nel Registro del Commercio e delle Società o nel Registro del Commercio (au registre des commerce et des sociétés ou au répertoire des métiers)
  • l’attività deve essere stata condotta nei locali per almeno 3 anni

In caso di vendita dell’azienda, il nuovo affittuario beneficia del diritto di rinnovo. Infatti quando il locatario trasferisce all’acquirente l’azienda, trasferisce con essa tutti i suoi diritti al nuovo acquirente/locatario.

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.